No all'austerità: non darà lavoro ai giovani! 10 miliardi derivanti da razionalizzazioni per aumenti dei redditi da lavoro dipendente
Gustavo Piga
Economista
Bisogna convertire gli immensi sprechi in risorse per la crescita del Paese
Rosella Castellano
Matematico Finanziario
Siamo una nuova realtà politica. Ascoltiamo i bisogni della gente e gli diamo concretezza
Melania Boni
Matematica
Crediamo in uno stato competente ed equo, crediamo nel Rinascimento italiano ed europeo
Sabrina Cassar
Giuslavorista
SI alla contromanovra dei Viaggiatori: 1000 euro al mese per il servizio civile di 250.000 giovani
Federica Mezzatesta
Studentessa
Più tutele alle PMI: per una sana crescita dal basso! Diamo subito ossigeno a imprese e lavoratori riducendo imposte dirette
David Vicario
Imprenditore

Statuto

Scarica lo statuto dei Viaggiatori Scarica

1. E’ costituita l’Associazione senza finalità di lucro denominata "Viaggiatori In Movimento".

2. L’Associazione ha sede in Roma, presso la sede stabilita dal Consiglio Direttivo che potrà, se necessario, anche istituire ulteriori sedi secondarie.

3. L’Associazione ha il seguente simbolo così descritto: «Linea di circonferenza di colore azzurro, recante al proprio interno, al centro, in carattere nero su sfondo bianco, la dicitura “VIAGGIATORI”. Al di sopra della dicitura “VIAGGIATORI” è presente un disegno costituito da una linea curva di colore blu e tre segmenti di colore giallo disposti in configurazione a stella, con il centro della stella sovrapposto alla linea blu, il tutto su sfondo bianco. Una porzione della parte sottostante la dicitura “VIAGGIATORI”, avente forma approssimativamente a spicchio, è colorata con sfumatura di azzurro, il tutto su sfondo bianco. Lungo le parte superiore della circonferenza è inscritta, in modo curvilineo e in carattere blu su sfondo bianco, la dicitura “LIBERALI E DEMOCRATICI”. Lungo la parte inferiore della circonferenza è inscritta, in modo curvilineo e in carattere azzurro su sfondo bianco, la dicitura “GIOVANI RES PUBLICA PICCOLE e MEDIE IMPRESE”» .

4. Una rappresentazione in forma grafica del simbolo è allegata al presente Statuto.

5. Successive modificazioni al simbolo saranno approvate dall’Assemblea ad integrazione del presente statuto, salva l’approvazione del Consiglio Direttivo per motivi di urgenza.

1. L'Associazione persegue lo scopo di determinare, con metodo democratico, la politica nazionale e/o sovranazionale al fine di promuovere una nuova visione dell'Italia in Europa e nel mondo dove:

a) è sempre rispettata la libertà di realizzare le proprie aspirazioni di vita personale e professionale, anche eliminando l'insorgenza di barriere ed ostacoli per persone ed imprese;

b) poche leggi, semplici e chiare, tutelano la libertà e regolano il vivere civile;

c) i giovani sono considerati una risorsa su cui investire e gli anziani un patrimonio e non un problema da risolvere;

d) l'inestimabile patrimonio culturale, ambientale e artistico italiano è tutelato e promosso anche a beneficio delle generazioni future;

e) lo Stato è autorevole ed al servizio del cittadino e delle imprese;

f) si rifiutano le mafie e la corruzione.

2. L’Associazione si doterà altresì degli strumenti che riterrà più opportuni, anche costituendo gruppi di lavoro tematici per la promozione e la gestione di specifiche iniziative.

3. Per realizzare il predetto scopo l’Associazione potrà promuovere iniziative referendarie e partecipare ad elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia, del Parlamento nazionale, nonché per ogni altra carica elettiva pubblica che si svolgeranno in data successiva alla costituzione dell'associazione con liste di candidati sotto il proprio simbolo oppure con un simbolo composito che contenga anche elementi di altre formazioni politiche.

1. L’Associazione provvede al conseguimento dei suoi fini con l’impegno gratuito degli associati, con eventuali collaboratori esterni ed anche mediante la costituzione di un fondo comune, alimentato da contributi volontari, lasciti, donazioni e quote associative. I contributi volontari o donazioni di somme di denaro non possono superare nell’anno, da parte del medesimo soggetto o donante, l’importo di 20.000/00 euro ovvero, se superiori, l’1% delle entrate del rendiconto approvato per l’anno precedente. L’Associazione non potrà ricevere erogazioni da persone giuridiche o fisiche riconducibili ad un soggetto o donante che ha contribuito con la somma massima prevista nel paragrafo precedente.

2. L’Associazione non può in ogni caso distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la sua vita, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

3. L'Associazione utilizza gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

4. L’Associazione redige e approva annualmente, obbligatoriamente, un rendiconto economico e finanziario che viene pubblicato sul sito internet dell'associazione medesima con chiara evidenza sia delle somme ricevute e, previa autorizzazione, del nome di chi ha erogato l'importo, sia delle spese sostenute.